HOME

 

Calci_Certosa-4webIl Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa è uno tra i più antichi musei del mondo. Nato come “Galleria” sul finire del ’500 per volontà di Ferdinando I dei Medici, oggi raccoglie ed espone oltre 400 anni di storia della ricerca scientifico-naturalistica dell’Ateneo pisano. Dal 1986 è ospitato nei locali della Certosa di Pisa a Calci e rappresenta una delle più importanti realtà naturalistiche italiane. Per saperne di più leggi la sua storia.

Reperti di zoologia, fossili e minerali, organizzati secondo criteri sistematici e tematici, sono esposti su oltre 4.000 metri quadrati di sale e gallerie disposte su tre piani. Di notevole importanza la “Galleria dei cetacei”, tra le prime in Europa per valenza scientifica, il settore di Paleontologia con i dinosauri e le sale degli acquari. Per saperne di più scopri tutte le sale espositive del Museo.

Oltre alla visita libera, il Museo offre visite guidate e molte attività educative per le scuole di ogni ordine e grado e per gruppi di almeno 15 persone. Una visita al Museo è un’esperienza unica per la ricchezza, la complessità e l’unitarietà dei messaggi trasmessi, da quello scientifico-didattico a quello naturalistico-paesaggistico, da quello storico a quello artistico-architettonico. Se sei interessato alle nostre visite guidate e alle nostre attività educative visita le pagine dedicate ai servizi educativi.

Altre informazioni utili per visitare il nostro Museo e per prenotare le varie attività guidate sono disponibili su accoglienza e su contatti e prenotazioni.


IN PRIMO PIANO: OTTOBRE 2014


RISULTATI CONCORSO FOTOGRAFICO “SCATTA IL MUSEO!”

La prima edizione del concorso fotografico “Scatta il museo!” si è conclusa. Il museo ringrazia di cuore le tante persone, grandi e piccole, che hanno partecipato e invita alla mostra fotografica che si svolgerà nel mese di gennaio 2015.

Per i dettagli consultare il verbale della giuria.

Verbale concorso fotografico


 

locandina Abissi   ABISSI. TERRA ALIENA.

Le creature più strane del Pianeta, delfini sconosciuti, calamaro gigante di 13 metri.

L’esposizione, visitabile fino al 2 novembre 2014, è stata in questi giorni ampliata di una nuova sala. Qui è possibile osservare da vicino, oltre a molti altri esemplari, un squalo capopiatti di 5 metri.

Per informazioni: tel. 0502212970, Museo di Storia Naturale, via Roma 79 – Calci (PI).

L’ecosistema marino è il più vasto ambiente della terra.
Negli oceani la luce solare penetra soltanto fino a 200 metri e qui si concentra la maggior parte degli organismi marini che conosciamo.
Procedendo verso il basso, la temperatura dell’acqua tende a diminuire: a 2000 metri si registra una temperatura di 3°C e a 3000 metri di soli 2°C, sui fondali si può sfiorare lo 0°C.
La pressione invece aumenta di 1 Atm ogni dieci metri.
Il mare profondo è dunque un ambiente estremo, abitato da pochi organismi per la maggior parte ancora sconosciuti.
Con questa esposizione si cerca di far conoscere le meraviglie e le incredibili forme di vita che si trovano negli abissi più profondi.
Queste specie sono plasmate dalla pressione dal buio assoluto e dal gelo profondo, hanno forme incredibili, sembrano appartenere ad un mondo alieno e quasi immaginario.
Ma il buio non è mai assoluto, e le profondità abissali si accendono ad intermittenza delle luci chimiche dei suoi abitanti.

La mostra si svolge nella semi oscurità, dove luci a led e piccoli faretti illuminano i rarissimi esemplari visibili nell’esposizione.
I protagonisti sono gli esemplari di dimensioni maggiori, come il calamaro gigante di 13 metri.
In tutto oltre 100 esemplari della fauna abissale compongono la mostra. 54 di questi, alcuni tassidermizzati altri modelli o sotto liquido hanno colori luminosi, e si accendono se illuminati da luce ultravioletta.
I locali in cui la mostra avrà luogo, recentemente recuperati, sono molto suggestivi. Tra questi un sotterraneo di 17 metri di lunghezza che si estende al di sotto del Chiostro Grande della Certosa.

Qui un assaggio della mostra:


SERVIZIO CIVILE AL MUSEO

Il 2014 segna una svolta nell’ambito dello svolgimento del servizio civile della Regione Toscana.

Come riportato nel bando, uscito pochi giorni fa, da quest’anno per la prima volta sarà possibile prestare il servizio civile nei musei che afferiscono all’Ateneo Pisano. Una grande conquista, fortemente voluta dal Sistema Museale di Ateneo e dal Museo di Storia Naturale: a coordinare il progetto, Sabrina Balestri, con l’indispensabile collaborazione di Flavio Croce.

Il servizio civile al museo offre un’opportunità di impiego annuale a 10 giovani: quattro posti sono messi a disposizione dall’Orto Botanico, tre dal Museo di Storia Naturale, due dal Museo della Grafica e uno dal Museo Egittologico e Gipsoteca. I profili professionali ricercati sono di vario genere e natura, come esposto nel dettaglio nel bando (qui di seguito): non per tutti i ruoli occorre una laurea, ma si cercano soprattutto interesse, entusiasmo e voglia di mettersi in gioco. C’è tempo fino al 28 ottobre per inviare i curricula.

Per i fortunati selezionati si tratterà, oltretutto, di un’occasione di formazione: infatti, assisteranno anche a una serie di lezioni frontali che consentiranno loro di acquisire le competenze necessarie allo svolgimento del servizio. L’impegno richiesto sarà tra le venticinque e le trenta ore settimanali, ripartite in base a un orario da concordare con il tutor di riferimento.

“Oggi molti giovani cercano un impiego invano” spiega Sabrina Balestri “Mentre i musei di Ateneo hanno bisogno delle loro competenze e del loro impegno. Grazie al finanziamento della regione, è stato finalmente possibile coniugare domanda e offerta”.

Scheda presentazione progetto SMA

Bando servizio civile regionale giovani (allegato D)


VISITA IL MUSEO E SCOPRI CALCI

couponmuseoUna nuova convenzione tra il Museo di Storia Naturale e il comune di Calci permetterà ai visitatori del Museo di pranzare o cenare presso i ristoratori di Calci che hanno aderito all’iniziativa con una riduzione del 15% presentando il biglietto del Museo.

Il progetto permette inoltre di acquistare un biglietto per adulti ridotto per coloro che soggiorneranno nel comune.

Attraverso questa iniziativa si è attivata una nuova convenzione tra il Museo di Storia Naturale e gli ospiti delle strutture ricettive di Calci che presentando il coupon del Museo di Storia Naturale potranno avere la riduzione di 2€ per la visita nel Museo e di 1€ per la visita al Museo più le esposizione temporanee e gli acquari.


CERTOSA LUOGO DEL CUORE FAI.

La delegazione FAI ( Fondo Ambiente Italiano) di Pisa ha scelto la Certosa di Calci per la candidatura alla campagna “I luoghi del cuore”. L’iniziativa individua piccoli e grandi tesori del nostro Paese da preservare dall’incuria e dal tempo.

La Certosa di Calci sede dei due musei, “Museo Nazionale della Certosa Monumentale di Pisa“ e il “Museo di Storia Naturale”, tra i più visitati della provincia di Pisa è uno dei luoghi simbolo di Pisa.

La Certosa raccoglie ed espone oltre 400 anni di storia della ricerca scientifico-naturalistica dell’Ateneo pisano e costituisce una delle più importanti realtà espositive italiane del settore.

Le dimensioni e l’importanza della Certosa richiedono una cura e manutenzione permanente, organizzata annualmente. Purtroppo la mancanza di finanziamenti ha prodotto una situazione di degrado sempre più grave, le infiltrazioni di acqua piovana rischiano di compromettere per sempre affreschi di grande pregio, sono quindi necessari interventi rapidi.

Questa iniziativa, organizzata dal Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo, negli scorsi anni ha permesso di attivare 45 interventi di recupero in 15 regioni,  per questo motivo anche l’Università di Pisa ha appoggiato la candidatura e si è unita all’appello  alle popolazioni, alle associazioni, alle istituzioni, al mondo della cultura che ha lanciato il Comitato per la Certosa di Calci ad aderire alla campagna del FAI.

Tra “i luoghi del cuore” mettiamo la Certosa di Calci. Votate per la Certosa come “luogo del cuore 2014″.

Firmate in biglietteria della Museo di storia Naturale, in Certosa.

Sul sito www.iluoghidelcuore.it, con l’App “I Luoghi del Cuore”, per Android e IOS, compilando la cartolina presente al Comune di Calci, presso i punti FAI della Delegazione di Pisa e presso le filiali Intesa Sanpaolo scrivete: Certosa di Calci.

cropped-cropped-certosa-facciata.jpg


certificatotripadvE’ arrivata una splendida notizia per il complesso monumentale della Certosa di Calci, il sito Tripadvisor ha rilasciato il Certificato di Eccellenza al Museo per il 2014. Le recensioni ricevute sono state tali da ottenere questo riconoscimento.

Il museo è stato premiato dai suoi visitatori per il lavoro svolto, la notizia è stata accolta come un bellissimo regalo e dalla Certosa di Calci commetano:

“Gli apprezzamenti dei visitatori che hanno recensito la Certosa ci lusingano e soprattutto ci sollecitano a lavorare con sempre maggiore impegno per far conoscere questo splendido complesso monumentale e per renderne piacevole la visita”.


__________________________________________________________

TARIFFE PER VISITA MOSTRE TEMPORANEE (ABISSI):

Tutti (anche i residenti in Calci): € 6.00 per visitare entrambe le mostre temporanee
Ridotto gruppi (solo su prenotazione, minimo 15 persone): € 5.00
Ridotto soci Unicoop: € 5.00
Ridotto Carta giovani:  € 5.00
Ridotto soci Edumusei: € 5.00
Riduzione bambini e “over 65”: € 3.00
Sconto famiglia (2 adulti + 2 bambini): € 12.00

TARIFFE PER VISITA MOSTRE TEMPORANEE + VISITA AL MUSEO DI STORIA
NATURALE:

Visita mostre temporanee + visita MSN: € 11.00
Ridotto gruppi (solo su prenotazione, minimo 15 persone): € 10.00
Ridotto soci Unicoop: € 10.00
Ridotto Carta giovani:  € 10.00
Ridotto soci Edumusei: € 10.00
Riduzione bambini e “over 65”: € 5.50
Sconto famiglia (2 adulti + 2 bambini): € 22.00

Per il prospetto completo dei costi dei biglietti consultare la pagina “Informazioni e accoglienza”.